Maffei filologo

Diede un contributo al progresso della filologia e della paleografia con l'"Italia diplomatica" (1727) che instaura nell'esame dei codici medievali un criterio di valutazione cronologico-storicistica che gli servirà poi per avvalorare i dogmi dell'ortodossia cattolica contro il giansenismo ("Istoria teologica" 1734, pubblicata nel 1752).

Pubblicata il 14-10-2015