Auguri dal Dirigente Scolastico

Auguri di Buon Natale

Cari Studenti e Studentesse,
Gentili Docenti e Personale,
Gentili Genitori,

non è facile per me quest’anno trovare le parole per accompagnare i consueti auguri di Natale, immerso anch'io come tutti noi nel discorrere continuo sull'emergenza sanitaria che ha catturato le nostre energie e raggiunto la nostra interiorità.

Le parole della pandemia sono divenute pervasive, divisive e l’attesa che abbiamo provato nei mesi scorsi ha lasciato via via spazio ad un senso di diffusa tensione.

Vorremmo forse per noi qualcuno che ancora dicesse, come Beatrice per Dante con meravigliosa potenza poetica e teologica, che "le cose tutte quante / hanno ordine tra loro", ma il tempo che la storia ci assegna ci lascia invece disorientati e confusi.

Vorremmo parole aperte, ariose, visionarie, ma spesso ci sentiamo sfiduciati e ammutoliti.

Eppure altri prima di noi, in tempi bui del passato, hanno saputo intravedere e trovare parole capaci di farsi varco nel futuro e di affermare le ragioni della speranza e il senso pieno della propria umanità.

 Rileggo e condivido con voi dal diario della giovane Etty Hillesum, nell'Olanda travolta dalla guerra e dall’occupazione, un passo tratto da una pagina del 1942:

“Insomma, non è questa l’unica cosa giusta? Così intensamente vivere e soffrire e immergersi in questo frammento di vita, da un giorno all’altro, ma con lo spirito restare orientati agli orizzonti vasti che si trovano dietro questi giorni e questi anni. E quindi, avere come un sentimento di purificazione in se stessi, il sentimento che forse avremo quando, tra diversi anni, divenuti maturi e mutati, guarderemo indietro a questo periodo. Vivere così completamente, con ogni battito del cuore, in questo adesso ricco e privato, e insieme sapere che, libere e infinite, le strade si aprono verso gli anni che verranno, verso paesi lontani e anche verso il cielo”.

A tutti, di cuore, Buon Natale!

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Roberto Fattore

Pubblicata il 23-12-2021